Spannolinamento: guida pratica per i neogenitori

Cara mamma, caro papà, eh sì, il tuo piccino sta diventando grande: è l'ora di togliere il pannolino! Lo spannolinamento, si sa, è un momento molto importante nella vita del bambino e dei genitori ed è quindi importante farlo nei tempi giusti e nel modo appropriato.

Maglificio di Verona ti offre qui una guida pratica per uno spannolinamento di successo!
 

Spannolinamento: quando iniziare?

Lo spannolinamento, parallelamente allo sviluppo del modo di gestire la crescita dei bambini e delle teorie pedagogiche, negli ultimi anni è stato generalmente spostato più avanti nel tempo, solitamente poco prima dell’ingresso nella scuola materna, raggiunta quindi l'età dei 3 anni. Ma esiste davvero un momento "giusto"?

La scelta dipende in realtà da molteplici fattori derivanti dalla fisiologia del bambino, dalla cultura e, non meno importante, da considerazioni soggettive.

Fisiologicamente il bambino, in linea di massima, potrebbe essere pronto per lo spannolinamento già dai 18 ai 24 mesi. Questo perché, innanzitutto, riesce ormai ad avere il controllo dei muscoli addetti all'espulsione dei bisogni, ma ha anche le capacità cognitive per riconoscere lo stimolo e comunicarlo tramite la parola.

Detto questo entra in gioco il fattore cultura: quali sono le tendenze? Quali sono le aspettative? Ormai sul mercato si trovano pannolini di misure sempre più grandi ma, regolarsi sulle scelte altrui, potrebbe causare non pochi disagi in primis per il bambino e quindi, in seconda battuta, per i genitori.

Sarebbe quindi importante iniziare lo spannolinamento anche in base alle caratteristiche peculiari del nostro bambino. Sicuramente ci sarà chi è pronto prima e chi lo sarà dopo: l'importante è non forzare i tempi e ricordare che togliere il pannolino e passare al vasino non è un traguardo e nemmeno una gara!

Ognuno ha i suoi tempi, cosa che spesso dimentichiamo e che invece sarebbe sempre bene tenere a mente.
 

Spannolinamento: cosa serve per iniziare?

Per iniziare lo spannolinamento ti serviranno sicuramente:

- un vasino e un riduttore per il water;
- dei pannolini a mutandina, una buona alternativa per gestire gradualmente la transizione;
- un coprimaterasso impermeabile, specie per i pisolini e la notte;
- dei piccoli premi per valorizzare i risultati.

Per quanto riguarda la biancheria per il lettino Maglificio di Verona ti propone il suo lenzuolo in spugna assorbente ed impermeabile.

Realizzato in puro cotone idro-filizzato di colore bianco, questo lenzuolo è l'ideale per il lettino del vostro bimbo durante lo spannolinamento. È perfetto però anche per i neonati dal momento che evita arrossamenti cutanei e mantiene sempre asciutto il corpo.

Superiore rispetto ai normali tessuti gommati, questo lenzuolo si può lavare comodamente con acqua calda e sapone, volendo anche il lavatrice senza però superare mai i 30°C. Il lenzuolino misura 70x120 cm.
 

Spannolinamento: come farlo nel modo giusto

Maglificio di Verona ti propone una piccola guida per eseguire lo spannolinamento nel modo giusto.

Innanzitutto dovresti capire se il bimbo è effettivamente pronto. Come dicevamo prima ognuno hai i suoi tempi: ti basterà osservare il tuo bambino e cogliere i segnali. Quando fa cacca o pipì ti avvisa? Mostra interesse verso i vasini? Detto questo, regolati di conseguenza.

È importante anche scegliere un buon momento. Sarebbe meglio iniziare lo spannolinamento nei mesi caldi in modo da poter vestire il meno possibile il tuo bambino.

Le "emergenze" sarebbero quindi meno problematiche da gestire, senza contare poi che ci sarebbero meno vestiti sporchi da lavare nel caso le cose non dovessero andare per il meglio.

Più importante della stagione però è, senza dubbio, il "tempo" di voi genitori. Scegliete un momento in cui almeno uno dei due genitori possa essere a casa il più possibile per supportare il piccino nei suoi tentativi.

È importante inoltre comunicare con chi alternativamente dovesse prendersi cura del bambino e coinvolgerli: baby-sitter e nonni devono essere consapevoli e allinearsi alle direttive di mamma e papà. La mancanza di coerenza crea sempre confusione!

Stabilire una routine potrebbe inoltre aiutare il bambino a comprendere ed accettare il passaggio dal pannolino al vasetto. Che sia appena sveglio, prima di uscire di casa o dopo ogni spuntino, l'importante è dare a questi momenti la giusta rilevanza in modo che il bambino possa più facilmente comprendere questa sorta di "rito".

All’inizio potresti inoltre mettere il piccino sul vasino anche con il pannolino, modo per rafforzare l'associazione tra bisogni e vasino. La regola aurea però è sempre e solo una: non forzarlo né obbligarlo. Ricorda che ognuno ha i suoi tempi.

È importante anche mostragli come si fa dal momento che, in questa fase più che in altre, il bambino è suscettibile all'apprendimento per imitazione. Non chiudere la porta quando si va in bagno, mostrare come abbassarsi i pantaloni e le mutandine, come ci si siede sulla tazza, come si tira lo sciacquone e come, una volta finito, ci si lavi le mani.

È importante anche differenziare le indicazioni in base al sesso del bambino: se è un maschio, sarebbe meglio cominciare a fare i bisogni da seduto, imparerà sicuramente più avanti, una volta presa un po' di confidenza, a fare pipì in piedi. Se invece è femmina, sarebbe buona cosa mostrarle bene la direzione da seguire per asciugarsi, da davanti a dietro e mai il contrario!
 

Spannolinamento: non giudicare e coinvolgere

Come già ripetuto più volte lo spannolinamento non è una gara e nemmeno un traguardo da raggiungere: potrebbe capitare spesso nei primi giorni che il bambino si bagni o che non arrivi in tempo al vasino.

Tante sono le lavatrici in vista! In questa delicata fase il bambino più che mai ha bisogno di capire e di avere quindi al suo fianco un adulto che gli dia fiducia. Prendere in giro, punizioni e giudizi sono tutti ostacoli al raggiungimento sereno di questa tappa di crescita.

È importante anche coinvolgere il bambino lasciandogli dettare i suoi tempi e sperimentando insieme. Premiare il piccino per ogni suo piccolo traguardo raggiunto potrebbe essere infine un ottimo modo per incentivarlo a fare meglio. Spronarlo ma senza esagerare, aiutarlo ma senza strafare: come sempre il buon senso deve regnare sovrano.

Ecco qui la nostra piccola guida allo spannolinamento. Speriamo di essere stati utili almeno a qualcuno di voi. Venite a trovarci online on in negozio: vi aspettiamo!